giovedì 4 giugno 2015

DAY 11 KALBARRI- NEAR GALENA BRIDGE 102 KM

DAY 11
KALBARRI KM 102
TOT. KM 1038





Stanotte ho comodamente dormito nella macchina di Hiro, con il rischio multa perché in Australia non si può dormire in macchina, ma è andata bene.  Al risveglio andiamo ancora a goderci la potenza di questo punto dove l’oceano è incredibile, facciamo colazione e riparto.
Fra Kalbarri e Carnarvon,  la mia prossima destinazione, ci sono 450 km, in questi 450 km ci sono solo un paio di aree di sosta e la prossima è a 210 km. Non sono messo bene, ho solo una camera d’aria di ricambio per la bici e una per il carrello, non ho una pompa ma soprattutto non so come si comporterà il ginocchio nel momento in cui riparto. Non ho la possibilità di attrezzarmi perché non ci sono negozi cosi parto augurandomi buona fortuna. Il primo pezzo di strada è un’immensa e dura salita ma ho tanta energia, l’affronto senza pensarci più di tanto e quando termina, mi giro e vedo Kalbarri dall’alto. Saluto questo meraviglioso posto e ricomincio a pedalare nel nulla, la strada è tutta mia per tanti km, il paesaggio è uno spettacolo, non lo descrivo perché per quanto riguarda i posti faccio parlare le foto; mi faccio 70 km rilassanti tra salite e discese e arrivo nel punto dove la strada del parco nazionale di Kalbarri si connette con lo stradone che verso nord.  Due km prima di questa sosta il contachilometri mi dice arriva a quota mille, sono i primi mille km di questa grande avventura, un primo piccolo obiettivo raggiunto dai!!

Last night I slept comfortably in the car of Hiro, risking fines because in Australia you can not sleep in the car, but it went well. Upon awakening we go again to enjoy the power of this place where the ocean is incredible, we have breakfast and allotment.
Between Kalbarri and Carnarvon, my next destination, there are 450 km, 450 km in these there are only a couple of rest stops and the next one is 210 km. Are not in good shape, I only have one tube parts for the bike and for the cart, do not have a pump, but especially do not know how it will behave the knee when allotment. I do not have a chance to gear up because there are no shops so childbirth wishing good luck. The first part of the way is huge and hard climb but I have so much energy, the insult without thinking much and when it ends, I turn around and I see from Kalbarri. Salute this wonderful place and I start pedaling into nothing, the road is all mine for many kilometers, the landscape is a show, not because I describe it as far as the places I mention the photos; I do 70 km relaxing between climbs and descents and arriving at the point where the road Kalbarri National Park connects with the main road to the north. Two kilometers before this stop the odometer tells me come to share so much, are the first one thousand kilometers of this great adventure, a first small goal achieved by !!












Durante questi 70 km ho avvertito dolori al ginocchio, è un problema grande ormai, e davanti a me, prima del prossimo riposo,  ci sono centinaia di km di deserto, ma un’altro  grande problema sono le mosche, che nei momenti di relax non ti fanno respirare, è assurdo sono davvero tante, ma seriamente tante. In questo punto incontro ancora Hiro che si era fermato in zona per fare qualche giro turistico, mi dà un energie drink, mi ricarica i cellulari in macchina e ci salutiamo definitivamente.

During these 70 km I felt pain in the knee, is a big problem now, and before me, before the next rest, there are hundreds of kilometers of desert, but another big problem is the flies, which in moments of relaxation not you breathe, it is absurd to have so many, but many seriously. In this meeting point still Hiro who had stopped in the area to do some sightseeing, it gives me an energy drink, I recharge cell phones in the car and we say goodbye for good.





Riparto ma faccio fatica, dopo 15 km potrei fermarmi in un’area di sosta dove ci sono tanti camper ma nessun servizio,  sono le 3 di pomeriggio, ho altre due ore e mezzo di luce, cosi continuo con l’idea che mi sarei fermato nel momento in cui sarebbe calato il sole accampandomi su da qualche parte. Soluzione sbagliata, il ginocchio inizia a farmi seriamente male purtroppo, ci sono tante salite e tante mosche insopportabili. Fermo un signore con il camper, gli chiedo un po’ di ghiaccio e mi da un pacco di surgelati dicendomi : prima curi il ginocchio e poi te li cucini, ovvio no!!

Tolgo dallo zaino la soluzione anti mosche, è molto utile per le soste ma come uno scemo nel momento in cui parto la dimentico a terra; mi innervosisco e la situazione diventa tragica oggi, oltre al dolore non riesco a trovare un bel posto per accamparmi, è tutto umido , i bordi della strada sono praticamente  una palude marrone con alberi secchi, sono stremato, ho fatto più di 100 km e mi fermo. A pochi metri dalla strada, un posto squaliido, mi monto la tenda, spengo i telefoni quasi scarichi, ceno dentro con la zanzariera, mi assicuro che nella tenda sono l’unica forma di vita e cado in un profondo sonno alle 7 di sera con il morale molto basso

Allotment but I struggle, after 15 km I could stop in a rest area where there are many campers but no service, are the 3 in the afternoon, I have two and a half hours of light, thus continuing with the idea that I would stop at the moment when the sun would be dropped accampandomi on somewhere. Wrong solution, the knee starts to make me seriously ill unfortunately, there are many ups and many flies unbearable. Stopped a man with the camper, I ask a little 'ice and gives me a package of frozen, saying: first heal the knee and then you cook them, of course not !!
Take off the backpack solution anti flies, it is very useful for stops but like a fool when I forget the delivery on the ground; I get nervous and the situation becomes tragic today, in addition to the pain I can not find a nice place to camp out, is all wet, the edges of the road are virtually a swamp brown with dead trees, are exhausted, I did more than 100 km and I firm. A few meters from the road, a place squaliido, pissed the curtain, I turn off the phones almost exhausts, have dinner inside the mosquito net, I make sure that the tent is the only form of life, and I fall into a deep sleep at 7 pm with the very low morale







DAY 11
KALBARRI- NEAR GALENA BRIDGE KM 102
TOT. KM 1038

Everything I write in  English , write it using google translated, translate everything personally would be perfect to get better and better my English but it is impossible, hard work and I have the time and ability to do so. I hope you can understand everything I write.

Nessun commento:

Posta un commento