domenica 7 giugno 2015

DAY OFF 12/2 BILLABONG-GERALDTON KM 0

DAY OFF  12/2
BILLABONG-GERALDTON  KM 0
TOT. KM 1138



Mi sveglio  di nuovo alle sei,  mi godo l’alba, la colazione e prima di iniziare a lavorare leggo la brutta notizia, il Barcellona ha vinto la Champions Leaugue , o meglio, la Juve ha perso la Champions Leaugue…ci resto malissimo, ci stava alla grande questa vittoria ma questo è il calcio… in passato avrei avuto una botta di depressione per una sconfitta in finale, ora semplicemente mi dispiace, ma alla fine è un gioco che giorno dopo giorno diventa sempre più sporco per tutti i milioni che volano via ,  è stata una bella stagione ugualmente, la vinceremo il prossimo anno la Champions dai .... però immagino in questo momento in Italia, sarà sicuramente festa nazionale, non vedo l’ora di poter aprire facebook per leggere i post degli interisti che risuscitano dalle tombe.. ora mi fermo però, basta calcio… visto, ho detto che è uno sport che diventa sempre più sporco, che ci sono rimasto male ma non più di tanto  ma in realtà non ho detto la verità, questa sconfitta pesa, pesa tanto, tantissimo…mi rode il culo come si suol dire e chiedo scusa per la parolaccia...   tanti limoni oggi, tanti,tanti limoni… Fucking Barca!!!   Oggi niente bagni, stanze e ristorante, il mio compito è la  manutenzione del Caravan park, devo semplicemente tagliare l’erba, con calma e senza fare sforzi con il ginocchio; finisco alle 11, altre 4 semplici ore di lavoro addolcite da queste brave persone che non perdono l’occasione per portarmi acqua fresca e altre cose… faccio un bel pranzo tipico australiano,  fish and chips ovviamente,Greg mi paga le due giornate di lavoro,  una doccia, preparo lo zaino con il minimo indispensabile per due giorni, sistemo le mie cose in un angolino del capannone e parto direzione Geraldton insieme a Lyane. Di nuovo con lo zaino sulle spalle torno indietro in missione, una missione molto importante… capire il problema di questo ginocchio e sperare che potrò ripartire presto.


I wake up again at six, I enjoy the sunrise, breakfast and before starting to work I read the bad news, the Barcelona won the Champions Leaugue, or rather, Juventus lost the Champions Leaugue ... I rest badly, there He was great to win this but this is football ... in the past I would have had a shot of depression for a defeat in the final, just now I'm sorry but at the end it is a game that every day becomes more and more dirty for all the millions flying away , has been a good season too, we will win next year's Champions from, but I guess at this time in Italy, will certainly national holiday, can not wait to be able to open facebook to read the post of Inter who rise from their graves. . I stop now, just football ... because, I said that it is a sport that is becoming increasingly dirty, that there are still bad but not that much but in reality this defeat weighs, weighs much, much ... I rode my ass like you I say and I apologize for the bad word ... so many lemons today, many, many lemons ... Fucking Boat !!! Today no bathrooms, rooms and restaurant, my task is the maintenance of Caravan park, I simply cut the grass, quietly and without making efforts with the knee; I finish at 11, 4 other simple working hours softened by these good people who never miss an opportunity to bring fresh water and other things ... I do a nice lunch typical Australian, fish and chips of course, a shower, prepare the backpack with the minimum indispensable for two days, settle my things in a corner of the shed and childbirth direction Geraldton with Lyane. Again with a backpack on his shoulders going back on a mission, a very important mission ... to understand the problem with this knee and hope that I can start again soon.








Lo zaino sulle spalle: beh questo penso che sia l’elemento determinante di questo viaggio in bici, e già, proprio il mio caro e amato zaino, penso che il motivo di questo problema al ginocchio deriva anche dallo zaino e visto che l’ho chiamato in causa non posso non spiegare il perché. Montando alla bici borse laterali significherebbe non trainare un carrello di 50 kg, bilanciare bene il peso e fare la metà della fatica, soprattutto in salita ovviamente. Comprando le borse laterali riuscirei ugualmente a portarmi dietro tutto ciò che ho, accessori per dormire, per cucinare, per la bici e tutti i vestiti e le altre cose, ma non riuscirei a portare lo zaino. Questo zaino viaggia con me da due anni ormai, ne ha viste di tutti i colori, è la mia vera casa, è un’oggetto molto importante per la mia vita, è il mio miglior amico e l’idea di abbandonarlo o perlomeno lasciarlo da qualche parte per poi riprenderlo alla fine del viaggio in bici non la prendo nemmeno in considerazione. Cosi viaggio con un carrello che cambia completamente il ritmo di viaggio,  mi rallenta e spesso addirittura mi frena, in salita è pesante, tanto pesante, mi cambia il ritmo perfetto delle pedalate provocando movimenti sbagliati per le gambe, lo sento quando inizio una salita, fino a quando non prendo il ritmo con la marcia giusta la molla che lo collega alla bici lo fa ballare e le gambe sono costrette a lavorare di più, è davvero un lavoro duro trainare questo carrello e sicuramente il problema al ginocchio è nato nelle dure salite prima di arrivare a Port Gregory dove ho fatto movimenti sbagliati.  E’ un problema ma allo stesso tempo è comodo, devo semplicemente calare il ritmo e mettermi in testa che non ho borse laterali perciò devo fare meno km, appena posso ripartire ovviamente riparto con il carrello, e soprattutto con il mio migliore amico dentro.. ha visto tanti posti in diversi continenti affrontando avventure spettacolari…in questi cosi si dice: eeee se potrebbe parlare!!! ..  perciò ora ho una domanda: posso non fargli comodamente godere lo spettacolo di questo viaggio australiano???... assolutamente no!!!

The backpack: Well I think this is the decisive factor for this trip by bike, and already, my own dear and beloved backpack, I think the reason for this knee problem also stems from the bag and saw that I I called in because I can not explain why. By mounting the bike panniers would not pull a trailer of 50 kg, the weight and good balance make half the effort, especially uphill course. Buying saddlebags I could equally to bring along everything that I, Bedding, for cooking, for the bike and all the clothes and other things, but I could not carry the backpack. This backpack traveling with me for two years now, he has seen all the colors, is my real home, an object is very important to my life, is my best friend and the idea of ​​abandoning or at least leave him somewhere and then take it back to the end of the bike trip do not even take into account. So traveling with a cart that completely changes the pace of the trip, I slow down and often even holding me back, uphill is heavy, so heavy, I changed the perfect rhythm of pedaling causing wrong movements for the legs, I feel it when I start a climb, until I take the rhythm with the right gear spring that connects to the bike does dance and legs are forced to work harder, it's really hard work pulling this cart and definitely the knee problem was born in the tough climbs before arriving at Port Gregory where I did wrong movements. It 'a problem but at the same time is comfortable, I simply drop the pace and put in my head that I do not have panniers so I have to do less kilometers, just I can share allotment obviously with the cart, and especially with my best friend in .. He has seen many places in different continents facing spectacular adventures ... in these things they say: if you could talk eeee !!! .. So now I have a question: I can not make him comfortably enjoy the spectacle of this Australian trip??? ... absolutely no!!!



  Percorrere nel senso opposto questa strada dove ho vissuto, faticato, sclerato e gioito per diversi giorni è un’emozione, un deserto verde affascinante, uno spettacolo, me lo godo ad alta velocità ma onestamente con un ritmo lento è molto più bello, ne esplori km per km, metro per metro, trovi la bellezza in punti che con altri mezzi passano inosservati, è speciale viaggiare in bici. Arrivo a Geraldton alle 7 di sera, sono sceso verso sud per 230 km, conosco bene la città e so come muovermi facilmente per fare tutto ciò che devo fare domani,  vado direttamente nell’ostello di Karin dove avevo fatto la doccia la scorsa settimana, ho internt, tutti i comfort del mondo e passo una serata rilassante, mah non molto rilassante visto che in tv c'è la replica della finale... che rabbia!!! si poteva vincere... eccome che si poteva vincere. Domani sarà un giorno determinante,  non posso negare di avere un bel pò di ansia… ci tengo a questo viaggio, è uno spettacolo, giorno dopo giorno sempre di più ma se non sto bene fisicamente non posso continuare, perciò incrocio le dita e spero di trovare un buon medico che mi chiarisce la situazione del ginocchio. Farò tutto ciò che c’è da fare, radiografie, terapia, medicine… non lo so, lo saprò domani…. mi prenderò tutto il tempo per recuperare, il visto me lo permette ed inoltre Greg mi ha detto che posso continuare a lavorare per lui e questo è perfetto perché Billabong mi piace, mi sento come se fossi a casa mia, il deserto è affascinante, ho ciò che mi serve e soprattutto mi paga bene per poche ore di lavoro rilassante . Bisogna essere sempre positivi nella vita dai!! Domani sarà una bella giornata!!!

Go in the opposite direction this street where I lived, struggled, stumped and enjoyed for several days is an emotion, a green desert fascinating, a show, I enjoy high speed but honestly with a slow pace is much nicer, explore km per km, meter by meter, you can find beauty in places that go unnoticed by other means, it is special to travel by bike. Arrive in Geraldton at 7 pm, I went down to the south for 230 km, know the city well and I know how to move easily to do whatever I have to do tomorrow, I go directly to Karin in the hostel where I had a shower last week, I internt, all the comforts of the world and pass a relaxing evening, mah not very relaxing because in TV is the replay of the final ... that anger !!! you could win ... and how you could win. Tomorrow will be a decisive day, I can not deny that they have a lot of anxiety ... I want to this trip, it is a show, every day more and more, but if I'm not well physically I can not continue, so cross your fingers and hope find a good doctor that I clarify the situation of the knee. I will do everything to do, radiography, therapy, medicine ... I do not know, I'll know tomorrow .... I will take plenty of time to recover, the visa will allow me and Greg also told me that I can continue to work for him and this is perfect for Billabong I like, I feel like I was at my house, the desert is fascinating, I what I need and I especially pays well for a few hours relaxing. Always be positive in life by !! Tomorrow will be a nice day !!!




DAY OFF 12/2
BILLABONG-GERALDTON  KM 0
TOT. KM 1138

Everything I write in  English , write it using google translated, translate everything personally would be perfect to get better and better my English but it is impossible, hard work and I have the time and ability to do so. I hope you can understand everything I write.

Nessun commento:

Posta un commento