lunedì 27 luglio 2015

DAY 39 COCKBURN-KUNUNURRA 50 KM

DAY 39
COCKBURN-KUNUNURRA 50 KM
TOT. 4110 KM
              

Giornata easy, sono solo 46 i km per arrivare a Kununurra, la patria dei backpackers, un posto alla moda che attira centinaia di giovani stranieri per la bellezza del paesaggio, per il clima e per la presenza di tante farm dove poter lavorare, era il posto dove volevo trasferirmi quando a Donnybrook è arrivato il freddo, ora peró sará un semplice pit stop per riposare. Alle 7.30 parto e senza problemi alle 10.30 mi ritrovo davanti al cartello che mi da il benvenuto in questo paesino di 5000 abitanti che in una zona come questa ha il fascino della grande cittá.




È un'emozione arrivare e il primo impatto subito mi fa capire che questo è davvero un posto speciale, tanto verde, tutti i servizi di una cittá, le montagne del parco nazionale che contornano il centro e sopratutto tanti ma seriamente tanti ragazzi che vivono qui.
Un amico giapponese mi avava parlato di un bellissimo caravan park e lo raggiungo subito...costa poco ed è in una posizione spettacolare ai piedi delle rosse montagne di Kununurra. Un buon posto per riposare anche se è pieno di gente. Ci sono tanti australiani con i caravan e tantissimi ragazzi che lavorano nelle farm e vivono qui nelle tende da mesi, vita semplice e bella, molto semplice e molto bella.
Ho tutti i comfort e dopo aver scelto la mia postazione in mezzo al prato vado a farmi un bel tuffo in piscina e una lunga doccia...finalmente!!!
Mi dirigo verso il centro nel primo pomeriggio con tre missioni: andare in ospedale, andare nell'ufficio del lavoro per vedere se riesco rapidamente a trovare qualcosa per fermarmi un pó qui e comprare un bel pó di buon cibo per mangiare tanto e bene.
Prima tappa ufficio del lavoro , bhe è un posto con tante farm ma ormai é tropo alla moda, ci sono ben 115 persone in attesa per un lavoro in farm, un'affollamento esagerato di gente e ovviamente non mi registro in questa lista...per avere un lavoro in questo posto super 'commerciale'  dovrei fermarmi ad aspettare almeno 10 giorni, e queste attese non fanno parte dei miei nuovi programmi, non sarebbe male l'idea perchè qui è bellissimo ma non ho proprio voglia di stare tutto questo tempo ad aspettare, per fortuna,ma seriamente tanta fortuna, il mio piccolo budget l'ho risollevato ad Halls Creek altrimenti ora sarebbe stato un pó un problema, perció ora posso fermarmi qui qualche giorno, ripartire e lavorare di nuovo prossimamente quando troveró rapide ed immediate occasioni.
Dal Job Shop vado in ospedale, ho la visita gratis grazie all assicurazione e chiedo di poter parlare con un medico per risolvere tutti e tre i problemi in un colpo solo, unghia stomaco e ginocchio.Dopo una lunga conversazione oltre a darmi qualche medicina mi dice che la cosa piu importante da fare é stare qualche giorno a riposare totalmente.Il ginocchio è leggermente infiammato per lo sforzo che mi fa fare il carrello nelle salite, lo stomaco l'ho rovinato con il cibo e per quando riguarda l'unghia sta guarendo da sola perció mangiare bene, non pedalare e stare senza scarpe per qualche giorno saranno la terapia perfetta!!
Dopo l'ospedale è il momento del supermercato e qui mi sembra di essere nel mio paese, in 20 minuti di cammino tra gli scaffali incontro più di 10 persone che avevo conosciuto a donnybrook e durante il viaggio, erano tutti diretti qui a Kununurra ed oggi sono arrivato anche io...In bici peró!.
La giornata continua nel campeggio che è praticamente una colonia di italiani e giapponesi ma questo post lo chiudo qui, di questo campeggio, di tutta questa gente che vive qui, del loro stile di vita, del lavoro e di questa meravigliosa cittadina immersa nella natura scriveró qualcosa nel prossimo post. Sono arrivato a Kununurra dopo 4100 km, un grande traguardo raggiunto ed ora non posso far altro che godermi questi 3 o 4 giorni di riposo prima di ripartire per il Northern Terretory!!! Kunununurra: un'amore a prima vista...che bel posto!!!




DAY 39
COCKBURN-KUNUNURRA 50 KM
TOT. 4110 KM

Nessun commento:

Posta un commento