martedì 21 luglio 2015

DAY OFF 35/1-2-3-4 BUSH (HALLS CREEK) KM 0

DAY OFF 35/1-2-3-4
BUSH (HALLS CREEK) KM 0
TOT. 3740 KM

In questo post non racconterò nei dettagli ogni giornata come faccio sempre, faró un riassunto generale specificando tutti I punti più interessanti ed importanti di questa meravigliosa esperienza lavorativa nel bush australiano. 4 giorni meravigliosi e produttivi che mi hanno permesso di riposare ed ora mi permetteranno di continuare il viaggio per almeno un mese senza il pensiero di dover  trovare un lavoretto per strada!!
Stare in giro per il mondo è estremamente bello , ora sono passati più di due anni però, e il mio budget iniziale è praticamente finito… per andare avanti dovrò fermarmi a lavorare quando ne ho bisogno e questo era un momento in cui ne avevo bisogno. Avrei ancora soldi per continuare un altro mese o più  ma visto che questa zona che sto attraversando , in questo periodo è ottima per lavorare, stavo avanzando con la speranza di riuscire a trovare un lavoro al più presto. Le coincidenze ed il cuore di due ragazzi che ora sono diventati grandissimi amici mi hanno creato una situazione spettacolare per risollevare questo Budget.
Mirko e Teresa sono due ragazzi sardi di Sassari venuti in Australia per lavorare, sono stati qualche mese a Perth e poi sono partiti per lavorare qui ad Halls Creek per un bel progetto  di cui scriverò qualche particolare. Li ho conosciuti in un rest stop circa due settimane fa, subito è nato un bel  feeling e da quel giorno ci siamo incontrati casualmente altre 5 volte, sapevano che avevo bisogno di lavorare anche per un solo giorno  e ieri dopo aver chiesto al loro capo, sono venuti a cercarmi per strada per portarmi qui.

Il capo di questo progetto si chiama Robin, ha circa 45 anni ed è di Perth; Robin è una persona meravigliosa, ha tre lauree ed è un genio sia nei lavori manuali che da scrivania,è sempre sorridente, è gentile e ti mette in condizione di poter lavorare in modo sereno e tranquillo, il capo che vorrebbero avere tutti gli operai del mondo praticamente. Un suo piccolo difetto  sono i tanti cambi di programma che ha ogni ora, ma per quanto mi riguarda visto che da una semplice giornata di lavoro ne ho fatte 4 non è assolutamente un difetto.
Robin ha questo terreno in mezzo alla natura dove farà nascere una meravigliosa villetta che verrà data in affitto per trascorrerci le vacanze; questo posto  si trova a 15 km dal centro di Halls Creek e a circa 180 km dal parco nazionale Purnululu,( una delle attrazioni turistiche più belle e famose dell’Australia). Il  lavoro durerà in totale tre anni, potranno lavorarci solo ragazzi stranieri venuti in Australia con il Working Holiday Visa (sono avanti qui e) e saranno proprio Mirko e Teresa ad iniziare tutto.
Per il momento è stata costruita nei mesi scorsi solo la casa in cima ad una collinetta, i suoi interni saranno spettacolari, le pareti  in vetro ed il paesaggio che la circonda è incredibile… solo ed esclusivamente natura: la vista è mozzafiato, non si vede nemmeno una piccola caso in questa immensa vallata chiusa tra bellissime montagne, c’è pieno di animali selvatici particolarmente canguri ovviamente e nella stagione estiva un fiume che ora è senza acqua rende questo posto seriamente magico…la pace dei sensi, un paradiso praticamente!!!
La base lavorativa è un capannone ancora più internato nella natura selvaggia e visto che tutto sta iniziando ora, oltre ad essere un deposito per gli attrezzi da lavoro, fa da cucina e da camera da letto. In questi giorni ho dormito qui dentro con la tenda, all’inizio anche gli altri poi però è arrivato un container con due stanze dove vivranno per un paio di mesi fino a quando la casa sarà pronta. Per il momento non c’è acqua corrente e nemmeno energia; per l’acqua ancora per qualche giorno si va avanti con i bidoni e per quanto riguarda la corrente ci sono i gruppi elettrogeni e spesso e volentieri la macchina di Robin con infinite  prese per caricare di tutto.
Oltre alla casa ,qui nascerà una grande fattoria, si coltiverà di tutto e ci saranno animali …in poche parole diventerà un piccolo grande resort  per fortunati turisti....in mezzo alla natura selvaggia, a soli 15 km da un piccolo paesino e a meno di 200 km da uno dei posti più belli dell’intera Australia. Un progetto GENIALE!!!
Ho lavorato qui solo 4 giorni, ne faccio parte poco di questo progetto però prima di parlare di tutto il resto ci tenevo a fare una piccola descrizione di questo meraviglioso posto. Poi visto con gli occhi di tanti ragazzi italiani che spesso hanno denunciato online il lavoro australiano, vivere in un posto senza acqua e senza corrente sarebbe il più grande dramma che li porterebbe a tornare subito a casa tra le braccia di mammina, per me è stata un ‘esperienza unica' vissuta con persone speciali che hanno segnato in modo indelebile questo viaggio.



















Durante questi 4 giorni di lavoro abbiamo trasportato materiale dal capannone alla casa e viceversa, abbiamo tagliato erbacce nei dintorni, tappato buche nella stradina con le pietre raccolte nel bush, siamo riusciti nell’impresa di portare un grosso container in questo posto, poi l’abbiamo ripulito e messo a livello, abbiamo scavato buche per gli scarichi, montato e smontato impalcature, bruciato una grande parte del terreno dove si dovrà coltivare, raccolto tanta legna e fatto tanti altri lavoretti. Lavori duri e lavori semplici che grazie ad un capo che mai ti mette fretta, ti ringrazia ogni ora e non perde mai l’occasione per scherzare e per non farti mancare nulla sono stati solo ed esclusivamente piacevoli. Per quanta riguarda i miei colleghi di lavoro Mirko e Teresa, tutto è stato uno spettacolo, sempre a ridere, scherzare e condividere tutto, sono diventate le classiche persone che al posto di chiamarle amici puoi chiamarle fratelli. .Grazie a queste tre persone, questi 4 giorni di lavoro per me sono stati 4 giorni di riposo, poi dai, pedalare contro vento per 100 km al giorno è molto più difficile che fare il muratore, il giardineiere, il contadino  o qualsiasi altro tipo di lavoro duro…. credetemi!!!







Siamo in mezzo al bush, laviamo tutto con i bidoni, andiamo in paese a farci la doccia, non c’è energia elettrica ma ci tengo a scrivere a lettere maiuscole che ‘NON MANGIAVO COSI BENE DA QUANDO ERO IN ITALIA’. Mirko oltre ad essere un grande amicone e un grande lavoratore è anche un grande cuoco con anni ed anni di esperienza e la sua ragazza collabora in modo spettacolare per preparare pietanze deliziose. Pasta al forno e tagliatelle fatte in casa, melenzane alla sassarese, focacce, insalate e piatti di ogni tipo…mi hanno praticamente mandato in tilt in questi giorni con tutto questo buon cibo; io mangio molto specialmente in questo periodo visto che brucio tante calorie ma in questi giorni ho esagerato  e spesso e volentieri  sono stato oggetto di lunghe risate per il modo in cui gustavo e divoravo questi spettacolari piatti.



 


 



 In questi 4 giorni ho guadagnato 710 dollari, sono stato regolarmente assunto, ho allungato i miei giorni lavorativi per il secondo visto, ho mangiato di lusso, ho  un nuovo sacco a pelo ed un ottimo paio di scarpe di cui avevo bisogno, ho vissuto in modo semplice e geniale in un posto incantato ma soprattutto ho condiviso queste giornate con bellissime persone che mi lasceranno per sempre un ricordo speciale.
Domani andiamo con la macchina di Robin a fare un’escursione nel parco nazionale Purnululu , dopodomani me ne andrò nel caravan park di Halls Creek per lavare tutto e rigenerarmi e martedi mattino torno sui miei passi  per continuare a pedalare verso la realizzazione di un grande sogno!!! VIVA LA VIDA

DAY OFF 35/1-2-3-4
BUSH (HALLS CREEK) KM 0
TOT. 3740 KM


1 commento:

  1. questo racconto e la tua avventura sono davvero splendidi, complimenti. Mi piacerebbe tanto intervistarti. Io gestisco il sito www stopdepressione . it e mi interessano le storie estreme, ti piacerebbe raccontarti? se sì mi trovi alla mail del sito, auguroni, ciao mitico

    RispondiElimina