martedì 11 agosto 2015

DAY 49 RENNER SP.-THREEWAYS 140 KM

DAY 49
RENNER SP.-THREEWAYS 140 KM
TOT. 5330 KM

Anche il risveglio oggi è abbastanza abusivo, quando la ragazza che lavora nel bar mi ha fatto entrare gratis nel campeggio gli ho promesso che mi sarei svegliato prima dell’alba e sarei sparito; non mi piace partire presto sia perchè è freddo che perchè mi piace dormire, ma oggi mi sveglio di notte, faccio tutto rapidamente e vado via senza fare colazione..mi fermo a mangiare dopo qualche km davanti al cartello che indica le distanze e mi godo un’alba magnifica in questo desertico territorio del nord, tra il freddo ed il canto degli uccelli.
Ora la situazione è un po’ strana, a 140 km c’è Threeways, è una semplice area servizio in un grosso bivio, il bivio dove devo accendere la freccia verso sinistra per andare nel Quensland; 25 km più in giù c’è un paesino Tennet Creek e dovrò raggiungerlo per andare a comprare il cibo quindi ora il piano è questo: oggi farò 140 km fino a thereeways, domani mi prendo un giorno di riposo visto che ho fatto quasi 700 km in 5 giorni,lascio la bici a threeways e vado in austostop a Tennant a farmi la spesa….la riflessione mattutina davanti ad un cartello e ad un’alba spettacolare!!!

La ripartenza è dura, il vento è fortissimo e comincio a fare cattivi pensieri come i vecchi tempi, mi rendo conto che riesco ad andare più veloce rispetto a quando lo chiamavo mostro, prima non mi spiegavo il perché ma oggi capisco che non mi spinge in faccia ma in diagonale perché ora sto scendendo verso sud,  la prossima tappa girerò completamente verso est e lo avrò pienamente in faccia, la situazione quasi mi manda in tilt  ma capisco che il problema di questo tilt è il fatto che ho finito il tabacco e sopratutto il cibo da mangiare rapidamente, per fumare posso resistere, per mangiare no, cosi l’unica soluzione è cucinarmi o perlomeno prepararmi qualcosa…in pratica mi manca la frutta e i biscotti…sono viziato???...forse no dai.
Vado avanti lentamente e piano piano la situazione cambia, prima metto l’anima in pace preparandomi una bella insalata di tonno e pomodori con tanto di olio e sale… poi l’ennesimo grande incontro mi cambia completamente la giornata…alla fine di una salita c’è un’auto parcheggiata con una barca agganciata dietro, sono una coppia del sud dell’australia che anziche avere il caravan vanno in giro con la barca, la usano per viverci quando viaggiano e ovviamente per esplorare mare e fiumi…mi fermano, mi intervistano e mi preparano una bella tazza di the con tanti biscotti, passiamo mezzora a parlare, tanto feeling e alla fine prima dei saluti mi danno una borsa con dentro una mela,un’arancia,un’avocado e una banana…wow…ho ‘svoltato’ un bel po’ di cibo che mi dà un’energia mentale incredibile…percorro sfidando serenamente il vento per altri 20 km e arrivo in una fattoria che ha servizio di campeggio, chiedo alla proprietaria se mi dà un posticino riparato dal vento per cucinarmi e mi mette a disposizione una cucina vera e propria..mi cucino 250 grammi di pasta e tonno, vado in bagno e riparto da questo posto affasciante…


Ora sono bello sazio e a stomaco pieno riparto, macino km su km; lunghe e dure salite, in cima il paesaggio è assurdo, sembra che si vede il mondo intero e nella discesa volo…tutto il resto della strada e cosi, il ginocchio lo sento sempre fragile ma lo gestisco bene, il fondoschiena invece mi fa tanto male, sembro sfinito ma è tutto normale, devo pensarla cosi, e pensandola cosi  quando il sole tramonta con tanto di esultanza arrivo a threeways!!!
Oggi il campeggio lo pago senza problemi..ho bisogno di lavarmi e devo lasciarci la bici domani per andare a comprare il cibo, era questo il piano ma tutto va in modo diverso…appeno arrivo conosco un ragazzo giapponese che viaggia in autostop, la sfortuna oggi è stata dalla sua parte e non è riuscito a muoversi da questo posto, non avendo una tenda sarebbe costretto a pagare 100 dollari per l’hotel cosi mi fa questa proposta: se mi fai dormire con te nella tenda ti pago il campeggio e ti regalo due pacchi di sigarette…come faccio a dirgli di no?? I giapponesi mi stanno simpatici e questa situazione aiuta sia me che lui perciò non ci penso su due volte. Entriamo nel campeggio e mi ferma un ragazzo, mi fa i complimenti per il ritmo dicendomi che mi aveva superato un paio di ore prima e non pensava che sarei arrivato cosi presto, lui viaggia con la mamma e il padre, una splendida famiglia e tra un parola e un'altra fanno un gesto che non so come descrivere….loro dopodomani finiscono il viaggio e nel momento in cui gli dico che domani dovrò andare a Tennant creek a comprare cibo mi regalano l’impossibile: un sacco pieno di cibo da  cucinare per i prossimi giorni (zuppe,noodle,latte e barattoli vari),tre bombolette di gas (ne ho una sola ed è un regalo meraviglioso visto che qui costano tanto), poi medicine per il ginocchio, infusi di the, una borsa di frutta e piu di un kg di carne e vegetali  per farmi uno splendido barbecue stasera…non riesco a crederci e non so come ringraziarli, non vogliono che li ringrazio e mi dicono che se ho bisogno di qualcos’altra basta chieder….non aggiungo nient’altro solamente : CHE PERSONE FANTASTICHE…( si è scaricato il cell e loro stanno per andare a letto perciò la foto con questa gente la metterò nel post di domani, perché è impossibile non mettere i lori volti in questo blog…conosco bene i prezzi australiani, e comprando ciò che  mi hanno regalato in uno dei supermercati più economici, il conto sarebbe stato superiore a 50 dollari!!!!!!)
Zumi il ragazzo giap, stasera a fatto seriamente bingo con me…ha risparmiato 75 dollari per dormire e ovviamente visto che avevo tanto ma tanto cibo da cucinare ho condiviso con lui questo spettacolare barbecue di salsiccia,pancetta,cipolle, bistecche di maiale,patate e carote….WOW…e chi se lo aspettava.




Oggi ho raggiunto Trheeways, dopo 670 km in 5 giorni, km difficili e intensi, ho tenuto un ritmo favoloso nonostante il vento e il ginocchio e all’arrivo, nel trovare una situazione del genere, ossia campeggio e cibo senza spendere soldi, mi è sembrato aver ricevuto un premio dopo questo intenso pezzo di strada…dalle ennesime grandi persone che ho incontrato sulle strade di questo immenso paese.
Ora ho il cibo per almeno 4 o 5 giorni, domani niente Tennant Creek e soprattutto niente riposo, ormai faccio questo sprint folle fino a Mont Isa. Mount Isa è una citta di 20000 abitanti dove avrò tutto a disposizione, si trova a 640 km da qui, in mezzo c’è un paesino e due road house dove potrò comprare un po’ di cibo extra ma soprattutto in mezzo c’è il grande confine che mi fa passare dal Northern Territory al Queenslad…il vento sarà forte, mi ostacolerà, mi rallenterà ma sono pronto a sfidarlo..insieme al ginocchio lo gestirò bene, perciò domani farò una tappa corta ma  riparto subito per il Queensland!!! Gogogogogogogo!!!
DAY 49
RENNER SPRINGS-THREEWAYS 140 KM
TOT. 5330 KM

Nessun commento:

Posta un commento