martedì 15 settembre 2015

DAY 77 TWEED-LENNOX 95 KM

DAY 77
TWEED-LENNOX 95 KM
TOT. 8444



La soluzione di dormire vicino all’ingresso dell’università è stata geniale, nessuno mi ha disturbato durante questa notte di pioggia intensa, ho dormito comodo ma mi sveglio più che negativo…il cielo e grigio, piove leggermente, ho il telefono scarico, c’è tanto vento e tutto ciò non mi fa stare tranquillo.

Parto per arrivare nella nota Byron Bay e possibilmente superarla ma è dura oggi, piovigina ed ho un vento esagerato che mi fa andare come una lumaca....

...sono su una costa bellissima ma non me la godo per niente, il traffico fa la sua parte, le strade hanno salite ripide e con la pioggia e il vento diventa sempre tutto più pesante...

…arrivo dopo tanti sforzi sulla bellissima spiaggia di Cabarita, i surfisti si godono questo vento sotto la pioggia, io ho freddo e sono sconvolto, non riesco proprio a srarci bene in questo posto magico e lo lascio in modo rapido, capita la stessa cosa sulla spiaggia di Postville..continua a piovere e quando arrivo nel centro di questo paesino,un chioschetto con una presa corrente mi fa prendere una perfetta decisione..

...ho bisogno di energia sia per il mio telefono che per la mia mente cosi mi impongo di stare fermo in questo posto almeno due ore…e durante questa sosta  rinasco…

...mi lavo nei bagni pubblici, scrivo , ricarico tutto e con tanta fortuna il cielo si apre..ora non fa più freddo ed chiaro che ormai niente più pioggia...

..è perfetta adesso la ripartenza verso Byron Bay..












Inizialmente costeggio ancora il mare e sulla strada mi affianca un ciclista che a differenza degli altri anzichè superarmi rapido,inizia a parlarmi...

…percorriamo 10 km insieme, 10 km piacevoli a parlare con quest’uomo che mi porta avanti con un bel ritmo, non mi rendo conto che stiamo andando forte e quando mi saluta per tornare indietro sono già lontano dal mare in un paesaggio verdissimo che mi trascina sulla Highway…

...ora ho tanto traffico e le salite sono durissime, ormai però riesco ad alzarmi sui pedali e per fortuna non c’è più vento perciò le affronto positivo…alla fine di una di queste dure salite vedo una macchina con le 4 frecce,non può far altro che aspettare me e non mi sbaglio...

Si chiama Tommy, ha una barba fantasiosa e mi fa una festa assurda superaffascinato dal mio stile...

...non mi stava capitando spesso qui nella east coast, passo quasi sempre inosservato a differenza di tutti gli altri posti dell'Australia, qui la gente è diversa, è la zona più popolata del paese…

.... Tommy  mi dà un’energia assurda, avevo bisogno di una persona del genere, la conversazione è meravigliosa e prima di salutarmi mi regala una bustina di tabacco e un paio di kg di salsiccia visto che lavora in un salumificio Italiano...

..continuo questa strada con un ritmo agonistico, mi mangio le salite e alle 3.30 sono a Byron Bay…il paradiso dei Backpackers.

Noto subito lo stile della città, ci sono solo ragazzi,la maggior parte non Australiani, artigiani e artisti di strada , tutto hippie, tutto alla moda, tanti locali, minivan ovunque, tante attrazioni e una spiaggia bellissima








E’ un posto speciale, un paradiso per le feste e per la vida loca ma decido immediatamente di fermarmi un po’ in spiaggia e scappare via..in questo momento non è l’ambiente adatto per me questo, gruppi di gente in spiaggia, turisti e backpackers ovunque…nono non è il momento adatto per stare qui.

Sono vicino alla Main Beach, immensa e paradisiaca quando all’improvviso sento pronunciare il mio nome....

... è una ragazza giapponese Miharo,mi conosce tramite il fidanzato che è un mio amico (un ragazzo giapponese che ha fatto il giro dell’Australia in bici, colui che mi ha ispirato maggiormente per fare tutto il giro e non fermarmi a Darwin nel nord del Western Australia come avevo pianificato quando ho comprato la bici), ...

....anche lei mi fa una festa assurda, è una grande coincidenza, per la serie 'il mondo è piccolo'..

...mi invita a mangiare ma sono le quattro di pomeriggio e visto che ho deciso di andar via per raggiungere Lennox a 20 km, non posso accettare l’invito…lei vive a Sidney perciò sicuramente ci rivedremo quando arriverò li frauna decina di giorni se tutto va bene...





Saluto Miharo, vado a camprarmi pane e cipolle per completare la mega cena con le salsicce di Tommy e parto verso Lennox,, voglio arrivare prima del tramonto in questa corsa contro il tempo ma non ci riesco,  il traffico e le salite sono sempre in prima fila , arrivo peró con le ultime luci del giorno e trovo ciò che volevo trovare..un vero e proprio paradiso….

Lennox è una piccola cittadina con una spiaggia fantastica, c’è la pace dei sensi, trovo un bel bagno pubblico per lavarmi, mi faccio un barbecue spettacolare e mi accampo sulla spiaggia, abusivo, leggero come una piuma e con la certezza che domani il risveglio in questo posto sarà magico.







Una giornata iniziata con tante difficoltà e tanta negatività, stavo andando in tilt, poi mi sono calmato e grazie agli incontri con gente meravigliosa ha goduto al massimo di questa speciale giornata che si è conclusa in un posto ancora più speciale

DAY 77
TWEED-LENNOX 95
TOT. 8444

Nessun commento:

Posta un commento