domenica 27 settembre 2015

DAY 88 TATHRA-GENOA 115 KM7

DAY 88
TATHRA-GENOA 115 KM
TOT. 9829 KM


Mi dispiace davvero tanto lasciare la casa di Des con questo clima freddo, è stata la mia oasi, mi ha praticamente salvato da una pessima condizione, ma oggi si riparte.

Il cielo è pieno di nuvole grige, fa freddo ma non piove … internet dice che non dovrebbe piovere tutto il giorno…ma qui in Australia, in particolar modo da queste parti ed in questo periodo, il clima è completamente matto e inprevidebile.

Alle 7 del mattino saluto Des e supercoperto mi avvio per scalare queste montagne e raggiungere un nuovo stato..Victoria!!

Fra 20 km c’è una cittadina e nei 20 successivi altre due..dopodichè avrò un piccolo paesino a 15 km dal confine che si chiama Genoa e il sogno di oggi è arrivare li, anche perché in mezzo ci sono solo foreste.

Sapevo che per uscire da Tathra avrei subito avuto una salita assurda, l’ho vista ieri…ma quando me la trovo davanti non posso far altro che spingere bici e carrello a mano…è troppo estrema e sono freddo, mi farei male o forse non riuscirei nemmeno a scalarla.




Arrivo in alto e mi lancio verso Merimbula, un po’ di pianure e rapidamente inizia il Sali e scendi..le gambe sono fredde e bloccate…per il resto non piove ma dopo le prime due salite sono tutto bagnato per il sudore..un sudore freddo ma non ho soluzioni..cambiarmi è inutile perché ogni salita mi fa sudare perciò devo viaggiare cosi…purtroppo..

… raggiungo Merimbula con fatica, faccio una pausa e quando riparto si stacca una ruota del carrello…sono ancora nella città, c’è un negozio di bici ma il problema non è serio..si è praticamente storto l’asse che la tiene attaccata e grazie ad un martello che mi presta un signore risolvo da solo il problema…

…il carrello è ok e le salite sono sempre più dure, passo Pambula e dopo altri 20 km pesanti arrivo a Eden dove vedo per l’ultima volta l’oceano dalla east coast, ora finalmente inizio a viaggiare verso ovest..

..anche Eden è su una montagna a picco sull’oceano, qui è tutto un susseguirsi di montagne, faccio la spesa perché nei prossimi 250 km non ho supermercati ma solo negozietti dove tutto è carissimo e per uscire dalla città è uno strazio, vorrei le scale mobili ma purtroppo non ci sono…












…mi separano 45 km dal confine e 62 da Genoa, ho un po’ paura di non riuscirli a fare di giorno visto che è l’una, ho un po’ di paura di ribeccare una forte tempesta nel nulla, ho un po’ di paura che si rompe il carrello e la bici visto che spesso mi va via la catena ed ho un po’ di paura di arrivare a Genoa e non trovare una bella soluzione per la notte e per il freddo…ma in realtà non ho paura di niente…

…con tanta sorpresa affronto alla grande queste montagne, sono ripide ma le gambe girano perfettamente, salgo con le marce basse e scendo senza pedalare perché fa troppo freddo ( temperatura fra i 5/10 gradi) asono tutto sudato e anche oggi up and down a raffica..

…alla fine di ogni salita sembra di raggiungere il traguardo del gran premio della montagna come nelle competizioni ciclistiche, poi scendo giù, qualche km di pianura e via per l’altro traguardo…alle 4 di pomeriggio però il traguardo è speciale…

…finisco di scalare l’ennesimo pezzo di strada ardito e mi ritrovo davanti il cartello welcome to Victoria…e stavolta ha tutto il sapore di un vero e proprio gran premio della montagna…è una grande soddisfazione sia per il complesso di questo viaggio che per gli ultimi giorni trascorsi nel New South Wales..una stato che mi ha regalato emozioni a non finire…spiagge incredibili, montagne, tanti problemi tecnici, Sydney, comitive di canguri, tanto verde e tanta bella gente….è stata dura ma è stato un piacere viaggiarci..

…ora però sono fuori dal NSW…welcome to Victoria…




Dopo le foto di rito e la lunga pausa davanti al cartello che mi ha congelato ancora di più parto verso Genoa…la strada mi sorprende, è tutta in pianura e mi mangio questi 15 km…a Genoa mi accoglie tanto verde ma soprattutto appena arrivo all’ingresso del paesino c’è una rest area dove si può campeggiare gratis…ci sono i bagni, c’è un chioschetto dove posso mettere la tenda per ripararmi dalla pioggia che sicuramente arriverà e soprattutto ci sono una decina di camper…è tutti hanno un bel fuoco acceso…

…chiedo ad un signore di poter godere un po’ del suo fuoco e ovviamente non mi nega il piacere…mi ci butto con la faccia, mi asciugo, asciugo un po’ di roba e rinasco completamente…una bellissima accoglienza da parte di questo nuovo stato…ho fatto 115 km scalando fredde montagne, temevo di ritrovarmi in questo paesino disperso ma questa rest area è stata un grande premio per questa dura giornata…l’unica nota positiva è che si sono rotte le cuffie ed ora dovrò viaggiare per un paio di giorni  senza musica perché comprarle in questi paesini significherebbe spendere tanti soldi…sarà difficile viaggiare senza musica ma dovrò resistere…. !!!

Mi monto la tenda sotto il chiosco, anziché cucinarmi stasera mangio panini cosi in un colpo solo ceno e preparo il pranzo per la giornata di domani…e quando sono pronto per andare a dormire si avvicina un uomo dicendomi: se hai bisogno di qualsiasi cosa io sono a disposizione…gli chiedo semplicemente di riempirmi le bottiglie visto che ne ho solo un litro e l’acqua del bagno non è potabile..

..mi avvicino al suo caravan, Adam è di Melbourne e viaggia con la moglie e la figlia piccola..sono gentilissimi, mi preparano una gigante e bollente tazza di the con biscotti, fondamentale perché fa freddissimo, passo un po’ di tempo a parlare con loro, intanto arriva la pioggia che oggi è stata buona e tra una parola e l’altra oltre al corpo riscaldato dal the mi regalano un bel paio di cuffie nuove!!! Bingo..

Non posso far altro che andare a dormire felice dopo una giornata del genere…fa freddo ma sono felice…come sempre!!!!







115 km nel freddo di queste montagne che mi hanno portato in un nuovo stato dove sono stato accolto alla grande…emozioni a non finire mi sta regalando questo viaggio che non smette mai di essere bello…per quanto riguarda gli ostacoli e le difficoltà…beh fanno parte del gioco e ormai è un grande piacere superarli per tagliare ogni giorno un grande traguardo!!!


DAY 88
TATHRA-GENOA 115 KM
TOT. 9829 KMaa

Nessun commento:

Posta un commento