venerdì 16 ottobre 2015

DAY OFF 104 PORT AUGUSTA 0 KM

DAY OFF 104
PORT AUGUSTA 0 KM
TOT. 11622 KM



Doveva essere la città del totale relax e della bella organizzazione prima di lanciarmi in questo lungo pezzo di strada che mi porterà ad attraversare il grande deserto Nullurbur... Port Augusta è stata la cittá più squallida di questo viaggio!!

Ieri quando sono arrivato ho subito capito che la gente qua è diversa, è tutto un business e tu sei una semplice banconota.

I miei ‘sogni’ erano fermarmi in un caravan park economico e amichevole, mettere a posto bene la bici, e farmi le scorte di cibo per le prossime 3 settimane, le cose importanti le ho fatte ma mi hanno succhiato il sangue!!!

L’unica cosa positiva del caravan park dove mi sono dovuto fermare perché non avevo scelta . è stata conoscere Mattia e condividere una bella serata…Mattia sta facendo il giro del mondo a piedi…sisi avete letto bene…il giro del mondo a piedi!!!

30 dollari e 60 centesimi per piazzare la tenda e usufruire dei servizi bagno e cucina in questo maledetto caravan park…ieri gli ho chiesto lo sconto  e mi hanno detto di no, oggi per giocare gli ho detto che avevo solo 30 dollari in contanti e mi mancavano i 60 centesimi..mi hanno risposto: paghi con la carta di credito….non c’è bisogno di scrivere altro per dare un’idea..!!


Nel negozio di bici lo stesso trattamento.. ho cambiato la catena, una ruota, altri pezzi che non so come si chiamano e durante l’operazione raccontavo del viaggio a questo tipo…alla fine 122 dollari e 45 centesimi..gli chiedo lo sconto e niente e sempre per giocare gli chiedo di scontarmi almeno i 45 centesimi..ma niente!!

Non e che non voglio pagare però chi ha letto i miei post precedenti può notare la differenza tra la gentilezza che ho ricevuto ovunque qui in Australia e la meschinità della gente di Port Augusta.




Per quanto riguarda il cibo invece non poteva che andare bene…qui ci sono i supermercati Coles e Woolwhorts dove le cose costano poco, i prossimi saranno fra 1900 km circa perciò ho dovuto fare una grande spesa per evitare di spendere il doppio nei paesini che troverò lungo il cammino.

Ovviamente qui ho comprato cibo che può viaggiare per avere scorte per almeno due settimane ma per mangiare roba fresca ogni tanto comprerò  nei paesini perché 1800 km sono tanti.

Una ventina di pacchi di biscotti e cioccolate perché ne mangio davvero tante..ho bisogno di zuccheri e…pane in busta per i prossimi giorni, pacchi di pasta e noodle che posso condirli  con sughi di carne, vegetali e tonno nei barattoli , crackers che sostituiranno il pane, frutta e ovviamente una scorta di bombole di gas per il fornellino!!

Per quanto riguarda l’acqua viaggio con una decina di litri confidando nella gente che mi riempirà le bottiglie per strada come sempre accadeva nel deserto del nord.

Per il carrello invece..sará pesante.. Mooolto pesante.. Molta fatica in più ma ne varrá la pena!!



Ho fatto 4000 km di outback nel nord ma per come dicono gli australiani questo è il più difficile per le lunghe distanze, per il caldo e per il vento. Da quando sono arrivato nella east coast ogni volta che dicevo ad un australiano che venivo dal Western Australia il copione era sempre lo stesso
Hai attraversato Nullurbur? (con faccia sconvolta)..no lo attraverserò ora per tornare a Donnybrook..ahhh ok buona fortuna allora ( con la faccia ancora più sconvolta)…

Ho sentito questa parola Nullurbur centinaia di volte e onestamente non vedo l’ora di superare questo grande pezzo di strada.

Non avrò sicuramente problemi di cibo perché ho una grande scorta e con  il clima mi adatterò alle difficoltá perché non posso farci niente... l’unica cosa che mi spaventa è la bici e il carrello…

..sono messi male anche se oggi ci ho speso piu di 100 dollari..non mi posso permettere di avere problemi perché significherebbe tornare indietro perché il prossimo negozio di bici o perlomeno centro dove poter riparare o comprare pezzi è fra 1900 km!!

Da Port Augusta a Esperance ci sono appunto 1900 km circa, in mezzo una decina di paesini e comunità aborigene, qualche area di servizio e le rest area senza servizi…onestamente non mi fa paura ma mi affascina perché ora tornerò nell’Australia che amo…lontano dalla frenesia e dalla società malata!!


Questi 1900 km li divido in 3 parti.
La prima è da Port Augusta a Ceduna (470 km) dove inizia Nullurbur
 il paesaggio è desertico ma in mezzo ci sono paesini che non distano più di 100 km l’uno dall’altro, tutti insieme però non superano i 2000 abitanti.
Sarà desertico il paesaggio ma per quanto riguarda le soste dove poter ricaricare acqua e cellulare qui problemi direi proprio zero …


La seconda parte è da Ceduna a Eucla (490 km) dove inizia il Western Australia
Puro deserto senza alberi con la strada che ad un certo punto va quasi a costeggiare l’oceano, e sarà un puro spettacolo..in mezzo ci sono solo  2 aree di servizio e qualche comunità aborigena



La terza parte è da Eucla a Esperance (930 km) la prossima città con i supermercati e soprattutto la città che vanta le più belle spiagge dell’Australia
Anche qui sarò in un paesaggio desertico, forse il più complicato perché è lungo e in mezzo c’è un paesino e qualche area di servizio



Questo pezzo di strada collega il paese perciò sarà molto trafficato, attraverso quindi il deserto,, starò benissimo con me stesso ma non sarò mai da solo in caso di problemi.

Sono organizzato bene con il cibo e il vento deciderà  quanto tempo impiegherò per arrivare a Esperance…dicono che non ho buon vento in questa stagione ma voglio essere positivo….il caldo e le mosche dovrò sopportarli ad ogni costo perché anche qui non avrei soluzioni

…la bici..la bici ora deve fare la brava…solo questo spero..perchè tutto il resto sarà una favola!!!
Gli australiani temono questo pezzo di strada quando lo attraversano con i camper o in macchina, io devo attraversarlo in bici eeee non vedo l’ora!!
Domani si parte!!!



DAY OFF 104
PORT AUGUSTA 0 KM
TOT. 11622 KM

Nessun commento:

Posta un commento